Sadomaso

Le ultime storie per adulti del genere sadomaso

Il genere Sadomaso raccoglie i racconti erotici che trattano di Sadomasochismo, cioè l'insieme delle pratiche erotiche basate sull'imposizione di sofferenze fisiche, anche tramite oggetti che possono provocare sofferenze, come fruste, corde e altri strumenti per infliggere dolore, su un partner.

896 racconti erotici del genere sadomaso e sono stati letti 5.8M volte.

Schiava dei suoceri (parte 7)La schiava era in cucina, Luisa si appoggiò allo stipite della porta e, restando in silenzio, si soffermò ad osservare Irene che, nuda, si spostava ormai con familiarità tra i cassetti e la piastra della cucina. Le avevano ordinato cosa avrebbe dovuto preparare per la cena e la schiava ormai sapeva dove erano riposti tutti gli ingredienti e gli utensili necessari. Le avevano assegnato un tempo molto ristretto per la preparazione. A Luisa piaceva cucinare, la rilassava e spesso trascorreva ...scritto il
2024-06-25
di
Kugher
Schiava dei suoceri (parte 6)Quando Franco tornò dalla doccia, trovò la moglie che, avendo goduto, aveva sciolto i polsi della nuora e l’aveva fatta mettere a 4 zampe davanti a lei per appoggiare comodamente le gambe sulla sua schiena. L’uomo era in accappatoio e la moglie sapeva cosa voleva, così tolse le gambe dallo sgabello umano. Lo sapeva anche la schiava la quale si stese a terra sulla schiena. Al Padrone piaceva moltissimo, prima di indossare gli abiti da casa e dopo che ...scritto il
2024-06-24
di
Kugher
Le cinesine 2.Era passata una settimana e mi venne la curiosità di sentire le gemelline cinesi per sapere se erano contente di stare con la signora. Chiamai quindi una di loro a caso sul cellulare e lei quando sentì la mia voce si mise a piangere chiedendomi di venire a prenderle lì subito ed allora le suggerii di attendermi vicino al cancello della villa in piena notte con il loro bagaglio e nascoste tra i cespugli sulla strada. Dopo mezzanotte le chiamai ...scritto il
2024-06-23
di
Sansicciotto.
Schiava dei suoceri (parte 5)Franco entrò in sala. La moglie Luisa era seduta in poltrona intenta a gustarsi l’aperitivo, suo rito pressoché quotidiano al quale teneva molto, sin dai tempi dell’università, quando finalmente, a fine giornata, alzava la testa dai libri sui quali trascorreva tantissime ore. Quel momento era come se staccasse la spina e le tensioni svanissero, per restituirle quella calma necessaria per riprendere le energie. Si erano conosciuti proprio nel periodo della loro vita dedicato agli studi. Vivevano nel medesimo ...scritto il
2024-06-21
di
Kugher
La cinesina.Da tempo gestisco un'agenzia di offerte di lavoro ed un mattino si presenta una signora sulla cinquantina ma tanto messa bene, dal corpo flessuoso e forme da sballo...insomma...una gran figa! La faccio accomodare al mio studio e lei va subito a cosa cercava da me: una cameriera cinese ed una cameriera sempre cinese perchè le piacevano tanto per la loro graziosità e modi gentili. Con poche telefonate riesco a trovargliele subito ma per accompagnarle a casa sua doveva ...scritto il
2024-06-20
di
Sansicciotto.
Schiava dei suoceri (parte 4)Le sembrò di avere pulito il pavimento dalla polvere con il ventre ed i seni quando finalmente giunse ai piedi della suocera che, sadica, non si era persa nemmeno un centimetro della sua umiliazione. Anzi, il tempo necessario per percorrere il calvario dalla porta al “trono”, aveva avuto l’effetto di amplificare l’eccitazione della Padrona. L’attesa ha anche questo scopo, cioè quello di aumentare l’ansia o alimentare il piacere dando tempo alla parte sessuale di trarre emozioni ...scritto il
2024-06-20
di
Kugher
Schiava dei suoceri (parte 3)La tuta era appallottola a terra, tipica delle cose tolte di fretta e per le quali non c’è tempo di avere cura. Si avvicinò verso la sala e, prima di farsi vedere dalla suocera, si stese ventre a terra ed entrò nel locale dove sapeva di trovare la Padrona. “Ci hai messo troppo tempo, puttana. Verrai punita, dopo, quando arriverà tuo suocero”. Lo sapeva che sarebbe finita così. Aveva indugiato troppo prima di uscire da casa. Poi quel maledetto camion ...scritto il
2024-06-19
di
Kugher
Schiava dei suoceri (parte 2)Per andare dai suoceri si cambiò. Non solo non meritavano di vederla così gnocca ma, soprattutto, non l’avrebbero vista proprio vestita. Si cambiò in fretta. L’attesa degli SMS di risposta e la telefonata, anche se veloce, le avevano fatto perdere tempo. Anche il cambio di abito le era costato tempo e l’ora non giocava a suo favore per il traffico. Indossò una tuta comoda e un paio di sneakers vecchie. Perse altro tempo per struccarsi. Ciò che ...scritto il
2024-06-18
di
Kugher
Schiava nel Medio oriente 13 sono in mezzo alla stanza le caviglie legate con delle catene in modo di avere le gambe aperte lo stesso per le braccia due catene vengono giù dal soffitto e mi fanno tenere le braccia aperte passano ora e nessuno arriva non sente più mie braccia il mio peso sulle mie gambe inizia a farmi male sento delle voci entrano una decina di donne mi guardano è una di loro inizio guarda questa troia cicciona adesso ti facciamo vedere cosa vuole ...scritto il
2024-06-17
di
Jerry 1969
Schiava dei suoceri (parte 1)Irene si guardò allo specchio ed era fiera di sé stessa. L’eleganza conferitale dal corpo slanciato veniva maggiormente evidenziata dall’abito nero che le fasciava il corpo. Spruzzò un po’ di profumo sulla scollatura dalla quale si intuiva il seno sodo. Sperava che Marco, l’uomo che finalmente l’aveva invitata ad uscire, sarebbe stato abbastanza ardito da proseguire la serata in ambiente che gli avrebbe consentito di assaporare, da vicino, la fragranza delle gocce vaporizzate sulla pelle. Era ...scritto il
2024-06-17
di
Kugher
Sferza e benefici (parte 3)**Brando** Dopo la perdita della mia prima moglie, il mio rapporto con Federico è cambiato in modo significativo, come doveva essere. Non posso accettare di mantenerlo senza che contribuisca in qualche modo, ad esempio gestendo le mie frustrazioni e soddisfacendo il mio desiderio di praticare la frusta. Avevo già ai fini di collezionismo questi strumenti, sono un appassionato di fruste. Sentivo che era giunto il momento di metterli alla prova. Il mio obiettivo principale era educare Federico, ma se nell’educazione ...scritto il
2024-06-16
di
DilceStaffile
Sferza e benefici (parte 2)Tre familiari si raccontano Come laurearsi a pieni voti **Brando** Pochi mesi e Federico comincerà l’università. Durante una cena di luglio, quel giorno misi in chiaro le cose. Guardo prima gli occhi bramosi di Martina e il mio giovane intuisce che qualcosa di molto serio sta per essere detto. “Considerata la maturità acquisita, il tuo livello di crescita e una nuova sfida didattica davanti, ritengo che tu sia pronto e meritevole per un avanzamento nei metodi disciplinari. Con Martina ...scritto il
2024-06-09
di
DolceStaffile
Schiava nel Medio oriente 11 oggi fa un anno che sono qui ormai ho raggiunto i 300 kg miei buchi sono completamente sfondate miei seni hanno raggiunto delle dimensioni gigante mio culo e diventato enorme inizio a faticare a camminare mio corpo è coperto di tatouage dove i clienti pagavano per lasciare un impronta sul mio corpo stanno arrivando donne nuove adesso sono ancora al bordello dove vengo usata soprattutto per spettacoli dove le nuove donne giocano con il mio corpo l'altra sera una donna a infilato ...scritto il
2024-06-09
di
Jerry 1969
Sferza e beneficiTre familiari si raccontano **Federico** "Intelligente e grazioso, mi chiamo Federico, un giovane rispettoso e remissivo. Ho perso mia madre molti anni fa. La mia vita ora è costellata di restrizioni: uscire con i miei amici è un privilegio raro. Il motivo? Mio padre, Brando, un uomo di 44 anni dall'aspetto affascinante. La sua natura socievole è solo una facciata; dietro di essa si nasconde una mente sadica che crede fermamente nella disciplina attraverso la privazione della libertà e le punizioni corporali. Fin da ...scritto il
2024-06-09
di
DolceStaffile
Pensieri di una sub 5 - Il mio tavoloQuesta primavera ho fatto follie, quelle vere, ho rifatto il bagno e cambiato la cucina. Abito in una casetta bifamiliare nell'appartamento di mio nonno, veramente vecchio e scomodo, è solo corridoio, stanze piccole e cucina enorme. Ora ho un bel bagno e una cucina moderna e razionale ma non ho cambiato il tavolo anche se faceva inorridire l'arredatrice. Non capiva come poteva piacermi, pensava che non volevo liberarmene perché è un ricordo del nonno, invece è il mio ricordo di Salvo. È grosso, sei ...scritto il
2024-06-08
di
Fede-87
Pigmei - commercio di schiave (parte 20)C’erano moltissimi uomini della tribù ad attenderli, davanti alla capanna del capo. I tre soci pensarono ad un comitato di accoglienza e, per meglio evidenziare la qualità delle loro schiave, le frustarono per far loro assumere un portamento più elegante mentre, quali cavalle, tiravano il carro sul quale si trovavano. “Forza bestie, fateci fare bella figura”. Chanel era alla guida e con ottima precisione riuscì ad assestare una frustata per ciascuna cavalla. Era un momento importante e non voleva ...scritto il
2024-06-07
di
Kugher
Pigmei - commercio di schiave (parte 19)Chanel ed Antonio raccontarono eccitati a Monique gli accadimenti presso il campo dei pigmei. La socia, con un misto di eccitazione ed angoscia, ascoltò la descrizione dell’amaca umana. Chanel, probabilmente, era molto più concentrata sull’affare che erano venuti a concludere. I timori c’erano, in lei, ma erano limitati al pericolo del viaggio. Ebbe una strana sensazione, forte, che attanaglia lo stomaco, quando era entrata al campo ed aveva visto le schiave cavalle, quelle nelle buche, le sedie ...scritto il
2024-06-06
di
Kugher
Pigmei - commercio di schiave (parte 18)Anche Chanel, rassicurata, si sistemò meglio sulla schiava sedia e fece la sua offerta. “Vi offriamo archi, frecce, corde, materiali utili per il campo già preparati, oltre a schiave nuove, giovani, bianche”. L’uomo fu interessato. “In cambio cosa volete?” “In cambio vogliamo tante schiave quante ve ne lasciamo”. “La cosa non ci porta vantaggi. I materiali vengono prodotti dalle schiave e le vostre sono ancora da addomesticare”. Il capo aveva capito che doveva parlare lentamente e con parole semplici ...scritto il
2024-06-05
di
Kugher
Pigmei - commercio di schiave (parte 17)Chanel ebbe un sospiro di sollievo quando vide che la schiava dai capelli rossi restò immobile ai piedi del pigmeo, ceduta schiava di quell’uomo e, di fatto, consegnata ad un altro mondo, decisamente più terribile di quello al quale era stata consegnata dallo zio. Anche lui l’aveva frustata per piacere prima di scoparla, o per punirla se non serviva bene a tavola. Tuttavia quei pochi colpi, più leggeri di quelli cui lo zio e la Padrona l’avevano ...scritto il
2024-06-04
di
Kugher
Schiava nel Medio oriente 10 vengo svegliata dalle due donne che si occupano della mia cura mi lavano è dopo mi portano a l'infermiera dove mi fanno il trattamento per diventare una maiale di corpo è d'animo vengo pesata ormai sono 150 kg le mie tette sono enormi mio culo gigante arriva la responsabile del bordello mi guarda mi dice sei fortunato la capa delle guardie mi ha appena detto che ti possiamo tenere per noi le sue spie hanno catturato la figlia di uno dei mercenari con ...scritto il
2024-06-03
di
Jerry 1969
Pigmei - commercio di schiave (parte 16)Il suono della voce della socia ebbe l’effetto di riportare al presente Antonio, ancora attratto da ciò che vedeva. Si era soffermato sugli occhi e sulle espressioni rassegnate delle schiave, di tutte quelle in funzione di amaca e di trono. In quegli sguardi lesse la consapevolezza del loro ruolo di oggetti appartenenti a quell’uomo. Vi era rassegnazione al ruolo dal quale sapevano che non avrebbero potuto più scappare, mista all’attenzione che avrebbero dovuto prestare ad un cenno ...scritto il
2024-06-03
di
Kugher
Pigmei - commercio di schiave (parte 15)Il capo era seduto su due schiave in funzione di amaca. Le ragazze erano appese al soffitto per le gambe e le braccia, in modo da formare un’amaca umana. Tra loro erano legate saldamente in modo da formare un unico corpo sul quale un piccolo uomo avrebbe potuto stare comodo. Le gambe erano più alte delle teste. Il Padrone era seduto sopra di loro, appoggiando la schiena alle gambe delle schiave e con i piedi appoggiati sulle facce delle ...scritto il
2024-06-02
di
Kugher
Pigmei - commercio di schiave (parte 14)Chanel individuò la capanna del capo e vi si diresse, come se fosse evidente che quella fosse l’abitazione di un uomo importante e non perché in effetti la conosceva per avere trascorso oltre un anno quale schiava. Avevano il sole contro gli occhi e facevano fatica a vedere bene. Nell'attraversamento di quel campo, che non ricordava essere così lungo, ritrovò gli odori che aveva imparato a conoscere bene. Osservava con malcelato distacco le scene delle quali era stata partecipe, ...scritto il
2024-06-01
di
Kugher
Schiava nel Medio oriente 9 la serata inizia ci sono centinaia di uomini molti giovani per adesso vengo usata per pulire i cazzi quando escono dal bagno dopo aver fatto la pipì adesso inizia le prime penetrazione il culo brucia tantissimo me l'hanno lubrificato bene ad ogni uomo me lo lubrifica di nuovo dentro di me ho un fiume di sboratta la mia gola ormai accetta qualsiasi cazzone anche di dimensione notevole le sboratta scendono fino al mio stomaco senza nessun riflusso ormai mia vita è ...scritto il
2024-05-31
di
Jerry 1969
Pigmei - commercio di schiave (parte 13)Chanel, per recarsi all’accampamento dei pigmei, si era truccata in modo da sembrare un uomo o, almeno, meno femminile. Innanzitutto non voleva essere riconosciuta come ex schiava della tribù. In ogni caso non sapeva come avrebbero considerato una trattativa con una donna. Probabilmente avrebbero capito che non si trattava di un uomo ma, almeno, non l’avrebbero riconosciuta. Chanel e Antonio camminavano con finta sicurezza nell'accampamento. La donna era incerta sul comportamento da tenere. Da una parte non poteva ...scritto il
2024-05-31
di
Kugher
cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.