Per la vacanza inizio così 2

di
genere
tradimenti

Non per giustificarmi ma non ho detto che io arrivai in Italia a 17 anni , perché nata a Barcellona sono Italo spagnola , mi dispiace tanto per il mio italiano ma penso che il mio racconto si capirà in questo secondo racconto . Finita l’estate si torna alla vita normale , mio marito per guadagnare di più e non farci mancare niente fa molte trasferte lasciandomi a casa da sola con i figli per molti giorni , questo Marco l’ho a saputo parlandone questa estate con lui a mia insaputa , lui dopo qualche mese inizio a messaggiare per riuscire a prendere qualche appuntamento con me . I messaggi erano molti insistenti e in tutti i giorni che mio marito non c’era Marco non pensava di smettere se prima non mi incontrava almeno una volta , io per non rischiare più di ricevere quesì messaggi ho deciso di incontrarlo e no di bloccarne il suo numero , un pomeriggio sotto natale chiedo a Marco di vederci in un paesino di montagna a 30 km dal mio in un parco che da fidanzata mi portava mio marito . Arrivato il giorno io molto convinta è sicura di me vado e incontro Marco tutto potevo immaginare che salito nella mia auto ci siamo spostati un po’ più in collina dove Marco prende una scatola da regalo e mi chiede di accettare quel regalo da fare a mio marito , apre la scatola un orologio stessa marca stesso modello uguale a quello che lui stava indossando , un orologio che questa estate è piaciuto molto a mio marito vedendolo al polso di Marco , quel gesto fu una grande sorpresa per me , Marco voleva che io facevo felice mio marito per i suoi sacrifici che stava facendo , è che non c’era niente di intento da parte sua su questa cosa dicendomi di mettere in moto l’auto e tornare alla sua macchina per ritornare a casa , solo per curiosità ho voluto sapere il costo di quel orologio 1000€ mi rispose , io pensai la stessa somma che mi ha tolto questa estate per la casa . Preso quel orologio convinta che Marco era contento di questo siamo tornati nell’auto e siamo tornati ognuno a casa nostra . Per quasi due mesi dopo che io ho fatto quel regalo molto gradito a mio marito non ho ricevuto nessun messaggio da Marco , mio marito contento di ricevere quel regalo da me ma nessun ricordo o paragone su quello che a visto a Marco a gradito tanto , che non c’era bisogno di spendere soldi e niente altro . Marco una domenica di giugno mi manda un messaggio chiedendomi se doveva lasciare la sua casa per questa estate sempre per noi è in quale date , io non volevo rispondere subito al messaggio ma costretta da mio marito di dare parere positivo al padrone di casa anche per questa estate , io subito gli rispondo positivo al messaggio chiedendo il prezzo al giorno Marco mi confermò l’ho stesso prezzo ma se era possibile avere l’assegno con qualche mese di anticipo , mio marito neanche a esitato un po’ dandomi il quel giorno stesso l’assegno firmato e con la cifra esatta per i 20 giorni di vacanza di 1600€ , mio marito mi consegna l’assegno e mi chiede se ero io a portarlo come sempre anche questa settimana . Io ho trovato tutto questo molto strano ma avevo capito tutto stesso prezzo e stesso trattamento che Marco voleva da me , due sabati dopo sempre con l compagnia della mia amica chiamo Marco e prendo l’appuntamento per andarci , arrivati si fa trovare sotto casa per offrire a me e alla mia amica un caffè al bar perché dovevamo aspettare che la persona delle pulizie finisse per fammi vedere i cambiamenti che aveva fatto all’appartamento , la mia amica non aspetto tanto prese il caffè e andò via , io e Marco dopo ma mezz’ora saliamo a casa entrati chiude la porta a chiave e si avvicina a me da dietro stringendomi a lui appoggiandomi il suo pacco nel mio culo coperto da un leggero vestito bianco che formava e faceva intravedere tutte le mie belle forme , Marco mi avvicino nel tavolo spingendomi di sopra quasi a pecora baciandomi e toccarti da per tutto , pensai che stava esagerando e che di accordo ancora non me avevamo fatto , lui sempre dietro di me inclinandomi sul tavolo prende un sacchetto di una nota gioielleria del paese dentro una garanzia col prezzo di 1000€ , alla vista Marco mi disse e no cara già l’accordo l’abbiamo fatto a Natale qui c’è la copia del certificato di garanzia dell’orologio di quel cornuto di tuo marito che contento ti manda da me per pagare l’affitto delle vacanze , e tu contenta da fare pur facendoti svolare da me per 20 giorni di vacanza , a quel discorso capi tutto il suo ricatto e il nuovo obbiettivo che Marco aveva pensato per quest’anno quello di scoparmi, infilarmi quel grosso cazzo dentro di me ma non una, o due volte ma pee tutte le volte che voleva , mi abbasso le spalline tirando giù il vestito lasciandomi col solo intimo di pizzo bianco regalatomi a Natale da mio marito , Marco si spoglia e va verso il divano sprigionando quel suo grosso arnese che non ricordavo così , seduto mi inginocchio davanti a lui gli apro le gambe e gli alzo il calzo verso la mia bocca a colpi di lingua nelle palle e leccando come impazzita la sua asta fino alla cappella Gino a sentire sotto la lingua che quel cazzo diventasse duro come la pietra , l’ho infilai in bocca succhiandolo e ingoiandolo piano piano tutto fino a farlo scomparire quasi tutto dentro la mia bocca calda , con le mani gli tenevo le gambe aperte , andando su e giu senza mani sul cazzo salivando bene tutta l’asta , a Marco lo sentivo godere sbatte to la testa a destra e sinistra gli tenevo le mani prigionieri del mio super pompino , ma la voglia di quel cazzo a averlo dentro fu anche mia mi sentivo tutta bagnata di sotto pentire spompinavo quel ragazzo , dopo un po’ rallento mi alzo mi tolgo l’intimo e salgo sopra a Marco gli do il mio seno da succiare i capezzoli con la mano cerco L’arnese l’ho apro al massimo indirizzo la sua cappella sulle mie labbra della fica e mi faccio penetrare lentamente una prima penetrazione una seconda l’ho sento tutto dentro mi posiziono bene lui mi prende il mio grosso culo e l’ho alza e lo scende sopra la sua asta prima piano poi aumenta to sempre di più sbattendomi per bene mi fa godere per la prima volta sopra di lui , Marco impazziva solo a capire che mi sta scopando , mi parlava mentre mi sbatteva sopra il suo cazzo come il ferro , dopo un Po l’ho faccio rallentare mi posiziono con i piedi sul divano e scendo sopra il cazzo eretto di Marco cavalcandolo e sbattendoci il mio culo sopra molto forte ( pla pla pla pla pla pla pla pla ) colpi decisi e profondi che Marco non resisti più in quella posizione non voleva per ora sbottare , si ferma e cambiamo posiIone il porco non resisteva più voleva scoparmi a pecora e guardare mentre il suo cazzo attraversa a pecora le chiappe , mi posizionai da sola già esperta mio marito era sola quella la sua posizione preferita dopo qualche secondo mi prende dai fianchi mi penetra la fica con forza sentivo Marco che pompava il mio culo da dietro pronto a spaccarmi la fica in quella posizione mi faceva sentire tutta la lunghezza e grossezza del suo cazzo che dopo tiro fuori sborrando sopra il mio culo e in direzione dell’ano che in quella posizione Marco gli infilo un paio delle sue dita promettendomi che la prossima mi avrebbe sfondato il culo più di quando lo fosse provando la sua cappella a entrarla anche oggi . Fino quella super scopata ci siamo la ari vestiti e andato a casa , la mia amica mi guardò un po’ insospettita facendo qualche battuta su come mi guardava il padrone di casa . Segue……..


scritto il
2024-06-04
2 . 4 K
visite
4
voti
valutazione
4.8
il tuo voto
Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.