La tua troia, la tua schiava…un nuovo inizio, Parte 2

di
genere
dominazione

appena arrivata a casa sua, Alberto mi fece trovare la porta socchiusa.la aprii tremando e col cuore in gola. Mi aspettava seduto al centro della stanza su una bellissima poltrona vintage di pelle marrone. Fumava uno dei suoi sigari in una mano avevo un bicchiere di vino rosso. Sorrisi e mi avvicinai a lui lentamente. Non dicemmo , ci limitiamo a guardarci. Quando fui accanto a lui, mi fece cenno con una mano di sedermi sulle sue gambe. Avvicinò il bicchiere alla mia bocca facendomi bere un sorso di vino. Poi, infilò un dito in bocca con forza facendomelo succhiare per lunghi e intensi minuti guardandoci dritti degli occhi. Intanto, alternava sorso di vino a tiri dal suo sigaro. Mi soffiava il fumo in faccia. Mi veniva da tossire con forza, ma con fatica mi trattenevo per continuare a succhiare il suo dito e per non deluderlo. A un certo punto tirò fuori il dito dalla bocca lentamente. Mi spinse con forza a terra facendomi capire che dovevo restare lì inginocchiata di fronte a lui. “Spogliati adesso.” Esegui distante, spogliandomi lentamente un pezzo alla volta. Quando fui completamente nuda, mi disse di girarmi. Sentii le sue mani bagnate che mi accarezzavano e tastavano il culo. le aveva bagnate nel vino prima di toccarmi. Stringeva con sempre più forza le mie natiche. Poi si alzò in piedi e mi fece abbassare la schiena. Iniziò a sculacciarmi, con quella forza piacevole e per nulla eccessiva o violenta. Quel tanto che bastava per farmi bagnare e per iniziare a possedermi. Quando si fermò, si inginocchiò e mi lecco’ la fica per qualche istante. Poi mi fece girare e iniziò a baciarmi con una fame mai vista, togliendomi il fiato e strizzandomi i capezzoli. Dopo essersi staccato, mi prese la testa con forza, si avvicinò e mi disse: “dimmi che sei una Troia…”
“Sono una troia…”
“Ripetilo…dieci volte…e poi inginocchiati e succhiami le palle. Avanti troia…”
di
scritto il
2024-01-07
3 . 2 K
visite
0
voti
valutazione
0
il tuo voto
Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.