Per necessità la dipendenza

di
genere
tradimenti

Mi sveglio nella tarda mattinata
entro in bagno
mi guardo allo specchii
inizio a piangere,ho tradito il mio ragazzo con un anziano.
Sono distrutta mi maledico,con che coraggio potrò guardare in faccia il mio amore.
Mi faccio una doccia e strofino forte come se volessi cancellare quello che è successo.
Mi torna in mette i mommenti,
li analizzo,non posso certo accusare lui,sono stata io ad agredirlo sessualmente,
Mi guardo allo specchio
porto ancora i segni dei schiaffoni
ricevuti.
Mi sto bagnando al solo ricordo,
la mani scivolano lungo il corpo
Non è possibbile ho voglia di godere
sarei scesa da lui
ma per fortuna ho ancora un briciolo
di lucidità mentale,
squilla il cell
il mio ragazzo
non rispondo non sono pronta non riuscirei a parlare
Mi chiederà come sto
cosa gli dico,
male amore sai ieri oltre che a tradirti mi sono fatta trattare da troia e ho perso la verginità anale con il portiere.
Dio senza rendermene conto mi sto dando piacere,
passano nella mente tutte le immagini,
ho un orgasmo che mi fa cadere in ginocchio,
non è possibile che se penso a quel vecchio porco mi è cito in questo modo,
il cell ha smesso di squillare.
lo prendo lo chiamo
dico che ero al bagno,che non lo avevo sentito,
incredibbile non ho tensione sono lucida come se non fosse mai successo nulla,
Mentre pochi minuti fa mi stavo dando piacere pensando al vecchio portiere.
Parlato del più del meno,chiudo
e decido di farmi una passeggiata per schiarirmi le idee,
Quando cammino ho ancora fastidio porto ancora i segni
dell'inculata di ieri.
Al parco vedo coppie diverse fra loro,Questo mi da sollievo,
Mi siedo su una panchina,assolta nei miei pensieri,analizzo quello che mi è successo.
Certo all inizio ero stata io ad tenere sotto controllo la situazione,questo mi è piaciuto
poi sono stata sofraffatta e questo mi ha letteralmente distrutto mentalmente,non ho mai provato orgasmi del genere,ero letteralmente disposta a tutto per provare quelle forti emozioni.
questo mi ha cambiata
ora non so sicura se l'amore primmegia sul sesso.
Amo il mio ragazzo è amorevole gentile disponibile affettuoso.
Mentre il sesso è devastante ti travolge ti cambia nel modo di esprimere di essere donna.
Ora ogni qualvolta che passo davanti alla guardiola,
ho un rifrenabbile desiderio di riprovare quelle emozioni.
Credo anzi ne sono sicurissima che anche lui desidera le stessa cosa ,
Ci limitiamo con un classico
buon giorno o buona sera.
Nessuno vuol fare il primo passo
io per la mia dignità morale,
Lui credo per paura.
Da quel esperienza è passato un mese
Nei weekend con il mio ragazzo ho provato ad accennare un modo diverso di fare amore,
ma ho notato in lui rigetto,
una volta che stavo per succhiarglielo il cazzo,
mi ha detto cosa vuoi fare,
quelle cose lo fanno solo le donnacce,
Mi son sentita umiliata,dentro di me una voce mi martella,
Godithi la vita.
Cosi ho fatto amore con lui senza provare nulla,
Quel suo rifiuto mi ha portata ad essere quello che tutti i uomini desiderano avere
UNA TROIA
dove sfogare le loro perversioni.
Un sabato non ho più resistito,
con il mio ragazzo siamo usciti per una passeggiata,
Mentre passiamo davanti alla guardiola lui ci dà il classico buon giorno
Io lo guardo sorrido rispondendo
scusi sig.franco
avrebbe arrivare un pacco per me quando arriva può prenderlo e avvisarmi che lo ha lei.
mentre lo dico
allungo la mano verso le la sua
e guardo il suo pacco.
Lui capisce cosa intendevo,
e davanti al mio uomo risponde
sig juliana come arriva l'avverto.
Grazie Franco lei è sempre cortese e disponibile,
usciamo abbracciata al mio ragazzo
con un aria sbarazzina di un una che sta per combinare una marachella.
Torniamo dopo due ore
e sera
passo lui non c'è
saliamo prenotiamo la pizza.
Mentre aspettiamo justeat
pomiciamo sul divano
suonano alla porta sarà il ragazzo di justeat
Apro e il portiere
Rimango un po sopresa
il corriere è arrivato ma il suo pacco non ha potuto lasciarlo perché non avevo una sua dedica.
Ripassera domani ma dovrà firmare l'autorizzazione.
mi prende la mano portandola dentro la tuta
ecco signorina prenda la penna e metta le firme.
il mio ragazzo è sul divano di spalle chiede se sono le pizze
rispondo no e franco che mi ha portato da firmare l'autorizzazione.
sto segando il portiere diciamo davanti al cornuto.
ecco ancora una e ci siamo.
È talmente e citato che viene in due minuti
mi sporca La mano del suo sperma.
lo bacio in boca dicendogli grazie di tutto che saprò ricompensata per il favore
avrei voluto che mi scopasse lì sul uscio.
Quando il portiere si gira per andassero
divento viola in viso
c'è il ragazzo di justeat che aveva visto la scena,
AMORE c'è il ragazzo delle pizze ci pensi tu che devo andare in bagno!
Dio che vergogna incroci il mio ragazzo,
passo a testa bassa velocemente chiudendomi in bagno.
Mi guardo allo specchio domandando i che cosa sto facendo.
se oltre al ragazzo mi aveva visto qualche condomino.
Dio cosa mi succede non posso continuare cosi,finirò a fare qualche stupidaggine.
Mangiamo la pizza,
ho faticato ad essere indifferente,
avevo mille pensieri in testa,
con il mio ragazzo mi sono giustificate per la tensione del esame.
Avrei voluto che mi scopasse come una troia,così non sarei caduta in tentazione,
pultroppo lui troppo amorevole,
Mi addormento con un cruccio saprò tenere sotto controllo la mia usuberanza?

scritto il
2024-06-10
4 K
visite
1 1
voti
valutazione
5.1
il tuo voto
Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.