Stai zitto

di
genere
bondage

Non mi costrinse, mi disse solo sali in macchina dopo una giornata di lavoro.
Lei: “Ti devo parlare”
Io: “Certo”
Lei: “Tu parli troppo e dentro di me ho capito che dovevo aiutarti”
Io: “Va bene”
Mi lego le mani e mi disse…
Lei: “Devo farti leccare la mia figa tutti i giorni per un anno così da poterti calmare è unico modo per farti stare zitto”
Mi mise la figa in faccia ed io iniziai a non capire più niente, il suo odore era unico, così inteso da doverlo camuffare con profumo.
Io: “Il tuo odore e sapore sono stra intensi perché?”
Lei: “Era necessario per farti calmare, la mia figa è l’unica adatta a questo scopo, è diventata così da quando hai iniziato a scrivermi ed ora la tua lingua è l’unica che può aiutarmi ed io aiuterò te a stare più zitto”
Io: “Mi fa piacere che una donna mi deve dare la sua figa per farmi calmare, sono un uomo molto fortunato”
Lei: “Noi donne siamo fortunate ad averti, io sopratutto”
Incredibile pensare che una donna dovesse aiutarmi ogni giorno legandomi in macchina e facendomi leccare la sua figa.
Storia!
Più leccavo la figa e più mi sentivo bene, che non avevo il bisogno di comunicare con tante persone.
Salutavo per educazione e poi andavo per la mia strada, non vi dico che sapore e odore aveva quella figa.
Era fantastica!
Lei: “Ti devo aiutare, così Dio mi ha parlato in sogno”
Io: “Voi donne mi aiutate sempre”
scritto il
2024-05-01
2 . 9 K
visite
7
voti
valutazione
4
il tuo voto
Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.