Il nuovo lavoro

di
genere
esibizionismo

Sono Carla lei di coppia con marito cornuto, sottomesso e da alcuni anni impotente e futura femminuccia.
abbiamo già postato con altri nick svariati racconti di vita vissuta, tutte le storie sono frutto di appunti presi da quando stiamo insieme dal cornuto.
Abbiamo rispettivamente 60 e 61 anni, con alcuni di voi ho un rapporto di sincero scambio di mail con cui ho scambiato alcune foto.
Siamo nel 1986 è il mese di gennaio mio marito ha cambiato lavoro ed ha iniziato il nuovo lavoro a Salerno.
Lo stipendio non è molto alto 800 delle vecchie lire più alto di quello precedente.
La nuova azienda gli paga un rimborso spese che non gli permette di alloggiare in hotel e quindi ha trovato una sistemazione presso una casa di moglie e marito anziani di 70 anni parenti di un suo collega
Mio marito mi propone per risparmiare di andare con lui ed aiutare la vecchia coppia nelle faccende di casa risparmiando l’affitto della stanza.
La casa non è molto grande 2 stanze, due bagni uno piccolo senza vasca e doccia (a noi destinato) un ampia cucina e un piccolo salotto con la TV
Gli anziani lei minuta molto graziosa e gentile, bassina di 68 anni di nome Antonietta, lui un uomo non molto alto robusto pancia abbastanza vistosa e viso da porcone…di nome Umberto, poverino è sulla sedia a rotelle e ogni tanto si alza e per camminare ha bisogno di sostegno e stampelle
Le giornate passano con io che mi occupo della casa tenendola pulita e anche dei due anziani facendo la spesa e preparare da mangiare, mio marito esce la mattina e torna la sera, il sesso come al solito è sempre sbrigativo con le sue seghette e qualche volta mi penetra durando 2 minuti.
Ogni sera mi chiede se ho conosciuto qualcuno che… gli dico sempre di no, mi chiede se indosso i grembiulini corti e gli rispondo di no ma li ho portati, mi chiede perché non li indossi quando almeno sei in casa hai visto Umberto come ti guarda?
Ho visto e cosa vuoi che faccia?
Mi piacerebbe che li indossi cosi ti può guardare che sotto porti il reggicalze
Nel mentre che parliamo lui si tocca il pisellino e con l’altra mano mi ditilla il culetto
E vuoi che lo indosso anche la sera quando mi siedo sulla poltrona davanti a voi? (Antonietta dopo cena va a coricarsi nel letto)
Sarebbe bellissimo vedere lo scorcio delle calze sotto il vestito mentre accavalli le gambe
E vuoi che esco con il grembiulino andando al mercatino, dal macellaio, fruttivendolo, droghiere etc.etc.?
Si amore sarebbe stupendo e inizia a venire spuzzando crema sul suo pancino.
Ecco queste sono i discorsi che facciamo quasi tutte le sere.
Un giorni decido di indossare il grembiulino corto che arriva a metà coscia, Antonietta appena mi vede la mattina che sto preparando la colazione mi fa i complimenti e mi dice sei veramente carina tesoro, arrossisco e ringrazio.
Porto come tutte le mattine il caffellatte al Sig. Umberto, mentre lo beve rassetto la stanza mi piego e immagino che stia guardando sotto il vestito anche se non c’è bisogno perche anche se non mi piegassi si vede che porto il reggicalze, lo aiuto ad alzarsi e lo accompagno in bagno, ritorno in camera da letto e mentre sto facendo il letto mi giro e lo trovo sulla porta che mi guarda…
Non dico nulla lui lo stesso, finisco e torno in cucina.
La mattina passa tranquilla con le solite faccende di casa, pranziamo riassetto la cucina poi dopo il caffè io e il sig.Umberto guardiamo un po' di TV, io seduta sulla poltrona e lui sul divano, come al solito mi faccio un pisolino e quando mi sveglio dopo circa 40 minuti mi accorgo che Umberto mi guarda fissa faccio finta di nulla continuo a fingere di dormire, sono rannicchiata su un lato e il grembiule è tutto su scoprendo praticamente buona parte del culo.
Con un movimento mi sistemo il grembiule e riprendo una posizione più consona.
La sera torna mio marito felice di vedermi con il grembiule corto, una volta in camera gli racconto tutto lui eccitatissimo ha il cazzetto dritto se lo sta menando gli dico vai in bagno segati e poi torna qui, dopo pochi minuti torna e gli faccio stasera ti faccio divertire ma voglio che mi scopi, sono stufa di seghette e ditalini al mio culetto, annuisce ed andiamo in tavola.
Dopo cena Umberto e mio marito si accomodano sul divano io sparecchio, lavo i piatti e sistemo la cucina, Antonietta poco dopo da la buonanotte e si ritira, io prendo posto sulla poltrona, è tutto buio c’è solo la luce della tv accesa. Inizio ad accavallare le gambe, le allargo per far vedere ad Umberto che sono senza mutandine ma non credo si possa vedere…mi metto con il culo vs il divano e faccio finta di addormentarmi cosi fa mio marito, guardo Umberto che mi guarda fisso il culo e swi tocca in mezzo le gambe la cosa va avanti per circa 1 ora poi mio marito si avvicina e mi dice amore stai dormendo andiamo a dormire.
Aiuto Umberto ad alzarci e con una mano mi tocca il fianco, lo accompagno in camera e quando mi saluta mi tocca una chiappa, vado via senza dire nulla.
Vado in camera e mio marito è raggiante si toglie i pantaloni e vedo una chiazza gli ho chiesto lumi e mi dice che è venuto senza toccarsi mentre mi guardava, gli ho detto oppure perché Umberto mi guardava?
Sei veramente un gran cornuto, ti piace esibirmi oppure vedermi che qualcuno mi tocca, nel mentre il suo cazzetto a ripreso vigore l’ho sbattuto sul letto gli sono salita sopra e l’ho infilato dentro la mi figa fradicia ha sentito poco o niente ho iniziato e strusciare il mio clito e il ventre con il cazzetto in figa e ho raggiunto l’orgasmo nel mentre il cornuto era già venuto dentro di me.
Una mattina mentre passavo lo straccio a terra, ho avuto dei forti dolori al basso ventre, Antonietta ha chiamaq immediatamente il medico e mi ha accompagnato nella sua stanza, mi ha fatto stendere sul letto, mentre aspettavamo il medico i dolori erano fortissimi mi ha fatto degli impacchi di acqua calda sulla ventre e i dolori si sono attenuati tutto alla vista di Umberto.
Arrivato il medico un dottore anzianotto di bello aspetto, mi inzia a toccare sul pube, spingendo con le mani, mi ciede se ho dolore dico di no, il medico esclude appendicite e mi chiede sequando faccio pipi sento dei bruciori gli dico di si ecco fa il medico potrebbe essere colica renale oppure cistite mi da la cura e mi dice torno fra qualche giorno a visitarla.
Continua
Per commenti carla632023@libero.it
scritto il
2024-07-09
2 . 4 K
visite
2 4
voti
valutazione
6.5
il tuo voto
Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.